responsabilità d'impresa sicurezza in azienda sicurezza in azienda sostenibilità sostenibilità sicurezza in azienda sicurezza in azienda sicurezza in azienda sicurezza in azienda responsabilità d'impresa responsabilità d'impresa responsabilità d'impresa
Il sovrallenamento
Qualsiasi attività sportiva che così si possa definire, scacchi e dama esclusi, necessita un minimo di preparazione atletica. Taluni, soprattutto dilettanti, presi dalla foga agonistica, dedicano troppo tempo all’allenamento fisico e questo produce danno invece che beneficio. Come mai? Ora mi spiego. Il nostro corpo e i nostri muscoli rispondono a una sollecitazione intensa, come può essere un allenamento, con una fase di recupero fisico che dà una risposta leggermente superiore allo stato di partenza, cioè migliora la nostra condizione.
Ipotizziamo uno stato di partenza 0 e un calo durante lo sforzo sino a - 3, la fase di recupero dopo 12 ore ci porta a +1. Da qui ricomincia l’allenamento che ci riporterà a -2 e di conseguenza dopo il recupero ad un +1 che sommato al + 1 precedente ci porta verso un’ottimale forma fisica.
Ipotizziamo che, invece di non far passare le 12 ore che servono al nostro fisico per riportarci nella fase positiva, decidiamo di effettuare una seduta di allenamento quando il nostro fisico è in pieno recupero, magari a - 2 nella curva di recupero. Che cosa succederebbe? La discesa della curva dello sforzo ci porterebbe sino a - 4 ed il recupero a un misero – 1, così facendo e continuando in questa china, invece che crescere la nostra forma fisica si debiliterebbe e si entrerebbe in fase di sovrallenamento, catabolismo ecc. Discesa libera a -4. SOVRALLENAMENTO.
Ora che cosa c’entra tutto questo con ZERO?
Non vi sentite anche voi un po’ SOVRALLENATI?
Dagli scranni più alti del nostro tecnogoverno sento solo parlare di crescita, crescita del Paese, crescita del PIL, crescita dell’occupazione…
Sull’altra sponda (mai così lontane l’una dall’altra) e cioè in giro per le fabbriche, nelle aziende dei miei clienti, si sta verificando uno strano fenomeno, che io paragono esattamente a quello definito sovrallenamento.
Non abbiamo mai i tempi di recupero necessari e non parlo della stanchezza cronica che ci assale continuamente, ma della possibilità di tornare a quel +1 che ci rasserena la mente e dà un pochino di ossigeno alle nostre tasche. Tassazione elevata e poca soddisfazione sul lavoro creano un ambiente poco sereno, dove le nostre forze sono scarsamente indirizzate a prevenire i guai invece che curare i malanni aziendali.
EWS Early Warning System, acronimo markettaro per definire un sistema di preallarme da istallare nella propria struttura. E se invece istallassimo un EOS Early Opportunity System, cioè un sistema di elevata attenzione verso le opportunità?
Prevenire è sempre meglio che curare.
Meditate gente meditate.
Scritta il 19 Jun 2012